Implantologia senza osso denti fissi tecniche alternative soluzioni

Risolviamo Casi Complessi

Ti Reputi un caso complesso? – Sei un paziente attualmente edentulo? desideri ottenere immediatamente, una nuova dentatura?

Bene la nostra struttura di JESOLO, BOLOGNA, MILANO, BRESCIA, NAPOLI è organizzata per operarti in una sola mattinata per donarti DENTI FISSI IN 24H.

Sei vittima di un intervento sbagliato ai denti o hai paura del dentista?

Anche tu puoi tornare a mangiare, a sorridere, a sentirti a tuo agio quando sei in compagnia… a toglierti quel pensiero enorme dalla testa e quel fastidio a volte insopportabile dalla tua bocca. Siamo in grado di risolvere casi che appaiono irrisolvibili ed aiutare chi ha poco osso, chi ha inserito impianti all’estero, chi si è affidato a dentisti inesperti ed ha peggiorato una situazione già delicata. Se dopo la visita, come spesso accade, saremo in grado di ridarti il sorriso, allora ti offriremo anche una garanzia di 5 anni sul lavoro che andremo ad eseguire e una garanzia 10 anni sugli impianti.

ESEMPIO DI UN CASO CLINICO ESTREMAMENTE COMPLESSO. (PENSO AD OGGI FORSE IL PIU’ COMPLESSO MAI CAPITATOCI)
.

Spiegazione del caso, con parole comuni e non tecniche rivolte a i non addetti a i lavori. Questo è il caso del sig. Antonino da Rimini, che un giorno ci contatta e ci manda la sua panoramica: La seguente

DENTISTA CROAZIA PREZZI

Per risolvere il caso del nostro paziente, ci siamo riuniti in equipe tra esperi e abbiamo cercato per il nostro paziente la migliore soluzione possibile, che la realtà potesse darci

  • 1 Intervento di carico immediato è possibile solo per la parte inferiore. (Ralizzata con 6 impianti dentali in 24 ore e avvitata con protesi fissa provvisoria, senza gengiva)
  • 2 Resta la riabilitazione dell’arcata superiore.
  • 3 Assenza completa di osso premaxilla (Osso davanti sotto il setto nasale – Per capirci)
  • 4 In questi casi le cliniche piu’ brave, tramite i loro implantologi,  inserirebbero degli impianti inclinati o trasversali, ma abbiamo detto e come si evince dalla panoramica non esiste nessun margine dove attecchire ed inserire gli impianti dentali, figuriamoci poi con un’avvitamento di almeno ed oltre 35 newton.
  • 5 Scartati gli impianti inclinati una clinica normale, consiglia la dentiera, o rocamboleschi innesti, o grandi rialzi di seno mascellare, che da come vediamo le statistiche su lavori di intere arcate, se reggono dai 2/5 anni è un miracolo. Poi cade tutto ed il paziente si ritrova senza denti e senza soldi, in altri luoghi si direbbe in altro modo Cor… e Maz…. Ma siccome siamo educati lasciamo supporre.
  • 6 Scartata anche l’ipotesi degli innesti, per riuscire ad inserire denti fissi, non ci rimane altro per eviatere la dentiera di ricorrere agli impianti dnetali Zigomatici, tecnica molto complessa e quasi nessuno in Italia, la maggior parte degli studi e cliniche non sono organizzate e strutturate per eseguire gli impianti zigomatici.
  • 7 Abbiamo optato per l’unica soluzione possibile gli impianti zigomatici, ora progettiamo la soluzione del caso: Per comprendere e capire da casa, spiegando in modo semplice e semplicistico, qualsiasi oggetto o forma, se la si vuole appoggiare in terra esempio una sedia hà bisogno di 4 zampe, diversamente con 3 cadrebbe o si adagerebbe semplicemente al suolo, come una normalissima macchina, che viene realizzata con 4 ruote, ne con 3, ma nemmeno con 5, tre sono troppo poche e 5 sono inutili allo scopo, quindi fatto chiaro questo concetto, andiamo avanti nella progettazione del caso.
  • 8 Ora tramite la spiegazione della stabilità di una qualsiasi macchina, grazie al sostegno di almeno 4 punti di appoggio, anche noi ed il nostro progetto siamo nella fase dell’individuazione dei famosi 4 punti, attraverso i quali, garantiremo la stabilità della protesi. Partiamo con la matematica, che come sappiamo non è un’opinione, 2 punti li abbiamo tramite l’inserimento di 2 impianti zigomatici, attraverso l’avvitamento dei 2 impianti zigomatici, ogniuno nel proprio zigomo di riferimento.
  • 9 Dicevamo 2 punti con inserimento (Zigomatico) esistono, ne mancano ulteriori 2, generalmente a questo punto come riferimento negli altri casi complessi, ma della stessa specie si inseriscono di supporto altri 2 piccoli impianti dentali nel premaxilla, sotto il setto nasale, per raggiungere dicevamo i famosi 4 punti, che ci garantiranno la stabilità e l’equilibrio.
  • 10 Ma come abbiamo visto dalla panoramica Antonino il nostro paziente, semplicemente non possiede nemmeno un millimetro di spessore osseo, a questo punto come si interviene? L’unica soluzione scientificamente è inserendone 4, quindi 2 impianti Zigomatici per ogni zigomo. Questa soluzione obbligata sconvolge tutto l’intervento a questo punto è un tipo di riabilitazione che non è più consentita a livello ambulatoriale, cioè nello studio o clinica, ma deve essere necessariamente svolta all’interno di un ‘ospedale o simile, sotto narcosi, anestesia Totale.
  • 11 Riprogettiamo il caso, ma anche in questo caso quest’ultima possibilità risulta non percorribile, per motivi di fisica, misure e matematica semplicemente perchè una qualsiasi spazio, più grande, non viene contenuto in un qualsiasi spazio più ridotto. Questa è la motivazione che impedisce anche questa soluzione.
  • 12 La somma della grandezza dei 2 impianti zigomatici, superavano la larghezza dell’osso dello zigomo in qui erano stati progettati per essere inseriti.
  • 13 A questo punto, dovevamo anche noi arrenderci all’evidenza e consigliare come tutti i centri prima di noi, che l’unica soluzione per Antonino era la dentiera, nonostante la sua età ancora giovanile.
  • 14 La nostra equipe non essendo per natura incline alla rassegnazione, mettiamo in moto le ricerche e soluzioni, sino a chè riusciamo a trovare una soluzione, non di facile esecuzione, con l’inserimento di 2 impianti dentali pterigoidei, i due appoggi, che ci servivano per la soluzione fissa del caso, evitando così di ricorrere ad una resa su tutta la linea.

CONCLUSIONE:

Il paziente viene riabilitato completamente sia la zona inferiore con la riabilitazione implantare fissa tramite il carico immediato con l’inserimento nella stessa giornata di numero 6 impianti e l’avvitamento in simultanea di protesi fissa provvisoria, tramite circolare su impianti senza falsa gengiva, realizzata a mano dal nostro odontotecnico di fiducia.

Soluzione in corso d’opera per l’arcata superiore, con l’inserimento nel giorno dopo l’intervento dell’arcata inferiore, tramite l’inserimento di numero 2 impianti dentali pterigoidei, che una volta inseriti, sono stati sommersi e suturati in sede, in attesa della guarigione degli stessi tramite osteointegrazione. Per offrire comunque un compromesso, che coniughi l’estetica, la funzionalità masticatoria ed in un futuro prossimo la stabilità definitiva con denti fissi, partendo dal pressupposto, che ormai svariati centri in tutta Italia, sierano gia espressi alla dentiera, Antonino, dovrà tenere per questo breve periodo, una protesi removibile, per l’ultimo periodo di osteointegrazione degli impianti dentali, che lo dividono dalla soluzione stabile e definitiva dei propri denti fissi.

Il grosso problema, che il paziente da come si vede nella panoramica è assente completamente di osso nella parte premaxilla,

Vieni da fuori? Contattaci e ti aiuteremo ad organizzare il tuo viaggio.

Prenotando ora un appuntamento presso i nostri studi di Bologna, ti offriremo visita e ortopanoramica (ad uso interno) completamente gratuite. Senza alcun costo a tuo carico, conoscerai la situazione della tua bocca e avrai un piano di cure nei tempi chiaro e preciso. Prenota subito la tua visita Alcuni casi clinici prima e dopo gli interventi di implantologia dentale a carico immediato.

L’utilizzo dell’implantologia dentale ha lo scopo di sostituire gli elementi dentali persi attraverso l’impiego di presidi chirurgici che suppliscono alla mancanza delle radici naturali dei denti.
Esistono differenti tecniche implantologiche per posizionare le viti in titanio; la più utilizzata è chiamata implantologia endossea poichè i presidi chirugici utilizzati sono inseriti all’interno dell’osso e formano un tutt’uno con mascella o mandibola. Tra le tecniche più all’avanguardia, ricordiamo: implantologia a carico immediato, implantologia computer assistita e quella transmucosa.

Eseguiamo tutti i tipi di tecniche implantari, di conseguenza al caso da risolvere.

Problemi di osso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *