La chirurgia mininvasiva

Inserendo impianti dentali al posto dei denti perduti, si può ottenere di nuovo una straordinaria estetica ed una funzione masticatoria analoga a quella che si aveva con i denti naturali. Prima si inseriscono gli impianti nell’osso. Dopo alcuni mesi si possono collegare i nuovi denti, saldamente attaccati agli impianti stessi. Finalmente si riscoprono i piaceri di una masticazione data da denti fissi.

Per semplificare la procedura e per diminuire gli eventuali postumi del piccolo intervento di inserimento degli impianti, sono state sviluppate alcune procedure fortemente innovative. Vediamone qualcuna.

E’ possibile utilizzare un approccio mini invasivo alla chirurgia mediante metodiche che  evitano l’ inconveniente di aprire un lembo chirurgico per inserire gli impianti e quindi rende inutile la necessità di mettere punti alla fine. Il limite della chirurgia su impianti è infatti certamente la fatica di sottoporsi ad un intervento di chirurgia orale in cui si solleva la gengiva e si inserisce uno o più impianti nell’osso.

La prima cosa da fare oltre le normali valutazioni pre-chirurgiche è una valutazione tridimensionale del volume della mandibola o della arcata superiore. Mediante un attento esame radiologico computerizzato, tac, si possono avere delle informazioni molto precise sulla loro forma e sulla qualità dell’ osso. Con queste informazioni è possibile realizzare una vera e propria guida chirurgica. Una mascherina rigida e solidamente fissata alla arcata da operare, che assiste il lavoro del chirurgo con così tanta accuratezza che diventa inutile aprire il lembo chirurgico. Le frese indispensabili alla realizzazione del sito infatti sono guidate in speciali alloggiamenti nella giusta posizione così precisamente che non è necessario realizzare la apertura del lembo per valutare l’ anatomia della osso.

La seconda novità è la possibilità di realizzare la protesi definitiva ancora prima di iniziare l’ intervento chirurgico. La ricostruzione computerizzata digitale permette infatti di realizzare non solo le mascherine chirurgiche ma anche la protesi che andrà inserita sopra gli impianti. In uno speciale laboratorio viene elaborata la immagine tridimensionale e realizzata la struttura protesica definitiva. Questa verrà poi adattata alla estetica del paziente, per realizzare anche un prodotto esteticamente soddisfacente e basato individualmente sulla estetica della bocca e dei denti presenti.

Il paziente ha così la possibilità di avere nuovi denti in un solo giorno senza la necessità di aprire lembi o mettere punti chirurgici.

Nella stessa seduta al paziente vengono inseriti gli impianti nell’osso, e quindi collegati i nuovi denti fissi e stabili. Con grande sicurezza chirurgica e precisione odontotecnica. Evidentemente anche questa tecnica così attuale e sofisticata non può essere considerata la soluzione di ogni caso. Un trattamento che necessita certo una attenta valutazione da parte del dentista di fiducia e del chirurgo. Solo una attenta valutazione della quantità e della qualità dell’ osso presente può stabilire la validità della scelta. Tenendo conto con attenzione dei suoi vantaggi ma anche dei suoi inevitabili limiti. Inoltre deve essere esaminato il tipo di chiusura della bocca e le modalità di masticazione. La stessa attenzione deve essere dedicata alle condizioni di salute generali del paziente, nonché alle sue abitudini di vita.

La moderna medicina infatti si orienta esclusivamente su dati basati su evidenze scientifiche. Dove cioè ogni scelta sia fondata su informazioni provate e ben studiate e condivise con il paziente.

Infatti l’odontoiatria è anche una scienza estetica e cosmetica, ma si basa su cure con una forte connotazione medico chirurgica. Certamente però non deve essere mai dimenticato il ruolo che la bocca  e tutte le sue implicazioni inconsce giocano nella nostra vita più intima. Si cura la bocca per masticare meglio e per avere un sorriso piacevole e senza un cattivo alito.  Ma ci è indispensabile anche per sentirci più sicuri con gli altri, per vivere più sereni e più felici.